Lentamente muore

Lentamente muore chi diventa schiavo dell’abitudine,
ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,
chi non cambia la marcia,
chi non rischia e non cambia il colore dei vestiti,
chi non parla a chi non conosce.
Lentamente muore chi fa della televisione il suo guru
Muore lentamente chi evita una passione,
chi preferisce il nero su bianco ed i puntini sulle “i”
piuttosto che un insieme di emozioni,
proprio quelle che fanno brillare gli occhi,
quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso,
quelle che fanno battere il cuore
davanti all’errore ed ai sentimenti
Lentamente muore chi non capovolge il tavolo,
chi è infelice sul lavoro,
chi non rischia la certezza per l’incerto pur di inseguire un sogno
chi non si permette, almeno per una volta nella vita,
di fuggire i consigli sensati
Lentamente muore chi non viaggia,
chi non legge,
chi non ascolta musica,
chi non trova grazia in se stesso
Muore lentamente chi distrugge l’amor proprio,
chi non si lascia aiutare
Muore lentamente chi passa i giorni a lamentarsi
della propria sfortuna o della pioggia incessante
Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
chi non fa domande sugli argomenti che non conosce
Evitiamo la morte a piccole dosi
ricordando sempre che l’essere vivo
richiede uno sforzo di gran lunga maggiore
del semplice fatto di respirare.
Soltanto l’ardente pazienza
porterà al raggiungimento
di una splendida felicità
Martha Medeiros

Mi è capitato di leggere questa poesia di Martha Medeiros (erroneamente attribuita a Pablo Neruda) spesso di recente, una stampa ce l’ho sempre a portata di vista vicino al computer, ha un potere emotivo enorme, riesce a farmi piangere ogni volta che la leggo perchè ogni volta che la leggo vedo il mio percorso di vita, quello che era e quello che sto facendo da un pò e l’emozione prende il sopravvento. Ora ho trovato anche questo video che ha pubblicato un’altra bellissima anima incontrata su questo percorso terreno, lei l’ha pubblicata per il suo amico Diego e mi ha autorizzato a pubblicarla su questo blog. La vita è emozione, emozionatevi in questa vita e leggendo questa poesia osservate se state vivendo davvero la vita che volete o quella che vogliono gli altri. Grazie Caterina per avermi ricordato ancora una volta il mio percorso.

3 thoughts on “Lentamente muore

  1. Ciao Ely, finalmente ho trovato il tempo di vedere meglio che bella e meravigliosa persona che sei!
    Auguri di Buon Natale…e continua ad emozionarci! Leggere la poesia di Neruda, mi ha fatto rivivere forti emozioni…questa poesia appartiene anche alla mia storia…di ricerca e di crescita!

  2. Grazie sono contento di averti letto visto e ascoltato,
    E’ bello sapere che esistono ancora sensibilità serenità e dolcezza sono le grandi forze di questo universo per questo i soliti potenti cercano di farci credere il contrario hanno paura di queste cose o forse è solo disperazione la loro quella di sapere di non essere più degni di provare queste meravigliose emozioni.

  3. Ciao, mi spiace ma credo di non averti ancora ringraziato per le tue belle parole, ora ricordo di aver letto il commento di sera tardi e di aver pensato di ritornare il giorno dopo, dovevo farlo subito, grazie ancora, i vostri commenti mi stimolano a scrivere per donare quanto di meglio posso. A presto

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>