Caratteristiche di un leader: parte I

E’ stato importante frequentare un corso di leadership personale perchè mi ha insegnato quali sono le caratteristiche che distinguono un leader da un non leader.

Mi ritrovo ora molto spesso a parlare o ascoltare delle persone e riesco ad individuare se hanno quelle determinate caratteristiche.
In particolare, di recente sto osservando delle persone che hanno delle cariche che implicano una buona capacità di leadership e noto quali sono le lacune che dovrebbero ancora colmare.

La caratteristica che mi sta facendo riflettere in questi giorni è la capacità di non mettere le cose sul personale. Un leader sa che quello che gli altri dicono di lui è una semplice opinione e non dovrebbe lasciarsi coinvolgere sul piano personale.

Se non lo fa si ritrova ad un faccia a faccia che lo porterà ancora di più nel personale ed ogni cosa sarà vista come un attacco alla sua persona e nel tentativo di difendersi, magari facendosi coinvolgere in un sterile litigio, perderà di vista quello che avrebbe potuto imparare se fosse rimasto su un piano neutrale.

E’ molto impegnativo non farsi coinvolgere nel giudizio e nella critica degli altri ma è per il nostro bene imparare a riconoscere quello che gli altri ci stanno dicendo come una lezione, con l’umiltà di capire che, se il modo in cui ce lo dicono è sbagliato, non significa che non ci stiano aiutando a migliorare.

Suggerisco di ringraziare sempre chi ci da un feedback comprendendo che la maggior parte delle persone non sa comunicare nel modo giusto e cercando di vedere se quello che ci hanno detto può esserci utile.

Per approfondire

Le 26 regole per dirigere se stessi e gli altri
ISBN: 9788845314896

Prezzo € 19,00

Compralo su Macrolibrarsi

Le nuove regole per fare le cose giuste in tempi difficili.
ISBN: 9788845315527

Prezzo € 17,00

Compralo su Macrolibrarsi

Le mosse vincenti dei manager più potenti del mondo
ISBN: 9788845313936

Prezzo € 18,00

Compralo su Macrolibrarsi

Alla prossima. Eleonora

3 thoughts on “Caratteristiche di un leader: parte I

  1. cara
    sono giunto a non mettere le cose sul personale da qualche anno, al di là che la reazione automatica in certi casi può non essere in tal senso..

    sento che nella mia essenza c’è anche l’essere leader, ma come ben sai, insieme a tanto altro, tutto rimane in gran parte inespresso.

    un caro Saluto
    Francesco

  2. Beh, riuscire a riconoscere le cose per quello che sono e non metterle sul personale è una gran risulato, è normale che in caso di critiche e giudizi ci si sente attaccati sul personale però è importante poi il modo in cui gestiamo queste emozioni passata la prima reazione emotiva. Non ho dubbi che tu sia un leader, sta a te volerlo far emergere, anche se inizialmente solo per la tua leadership personale, quella nei confronti di altre persone può arrivare anche in un secondo momento se sai già come applicarla su di te. Un abbraccio fortissimo e grazie per il feedback 😉

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>