Lettera aperta a Wayne Dyer

Caro dott. Dyer, da quando ho saputo che lei verrà in Italia il prossimo giugno, qualcosa dentro di me si è mosso.

Sono tornata indietro con il pensiero, a quella prima volta in cui mi ritrovai nelle mani il suo libro “Te stesso al cento per cento”. Era il 1981 ed io avevo quindici anni. Non entrerò troppo nei particolari ma fino a quella volta la mia vita non era stata molto felice.

Venivo da una famiglia di alcolisti, mio padre era morto mentre mi trovavo in collegio quando avevo 7 anni, mia madre si era risposata ed il mio patrigno che,  purtroppo per lui, non aveva una grande cultura, pensava che i figli si educassero con le cinghiate. Insomma, fino a quel momento, la vita non mi era sembrata questa gran cosa e nulla mi poteva far credere che ci potesse essere qualcosa di meglio.

 

Poi però arrivò il libro “Te stesso al cento per cento” che mi parlava di scelte, di responsabilità, di miracoli e di illimitatezza, di vita felice dopo la sofferenza, e via dicendo. Fu così che vidi la luce in fondo al tunnel, una piccola fiammella destinata a crescere fino a diventare un fuoco bruciante di desiderio di riscatto, di miglioramento e di crescita senza fine.

 

Te Stesso al Cento per Cento

Da non perdere

Se ce l’aveva fatta lui…allora forse anch’io… Cosa mi costava provarci. Potevo scegliere di essere quello che volevo essere e nessuno avrebbe potuto impedirmelo.

Era come se dal buio e dal nulla improvvisamente apparisse un raggio che mi mostrava una nuova direzione possibile che prima non avevo visto. Da quella volta sono passati 30 anni. Io sto continuando a voler imparare e crescere, è la ragione principale della mia vita ed è la passione che non mi abbandona mai. Non è una passione ma è “La Passione” perchè mi sta accompagnando per ogni giorno della mia vita da quella volta.

 

Devo ringraziarla davvero tanto Dott. Dyer per essere stato il primo passo di questo mio viaggio. Purtroppo non ci vedremo a Roma perchè sarò in vacanza con la famiglia ma ho imparato che le persone possono essere molto vicine anche quando non lo sono fisicamente e so che la sua presenza sarà sempre con me attraverso tutti i suoi libri che ho continuato ad acquistare e leggere. Sarebbe molto difficile dimenticarla visto che anche il mio blog, non a caso, l’ho intitolato come quel primo libro.

 

Le auguro una buona permanenza e auguro a coloro che verranno a vederla di avere la stessa ispirazione che ho avuto io per cambiare la propria vita.

Con profondo affetto e gratitudine. Eleonora

WAYNE DYER IN ITALIA A ROMA

Caratteristiche di un leader: Parte II

Un leader sa gestire la paura. La paura è uno stato d’animo naturale, tutti abbiamo paura e per diverse cose. Anche un leader ha paura, ciò che lo rende leader è il suo modo di affrontarla.

Nel viaggio dell’eroe ho imparato che la paura non va mai via prima ma solo dopo aver affrontato una cosa che ci spaventa. Spesso la paura è spropositata perchè non l’abbiamo affrontata subito e le abbiamo permesso di crescere e di bloccarci nell’azione.

Renderci conto che la paura ci sarà sempre è un primo passo molto importante per capire che dipende da noi il modo in cui decidiamo di affrontare e sconfiggere le nostre paure e non dobbiamo aspettare che la paura passi per poter agire.

Ricordate “la paura non andrà mai via prima“.

Per approfondire:

Convivere con la paura e imparare a vincerla grazie a una semplice terapia
ISBN: 9788872172285

Prezzo € 6,00

invece di € 12,00 (-50%)

Compralo su Macrolibrarsi

Vincere le proprie paure per imapare ad amare
ISBN: 9788850327911

Prezzo € 16,00

Compralo su Macrolibrarsi

Affronta e vinci il nemico che c’è in te
ISBN: 9788804572039

Prezzo € 11,00

Compralo su Macrolibrarsi

Eleonora


Pausa di riflessione

Di recente ho letto un ebook in inglese dove si sottolineava l’importanza di avere la buona abitudine di fermarsi periodicamente a riflettere sui propri obiettivi per verificare se siamo sulla giusta rotta verso il loro raggiungimento o eventualmente dovremmo aggiustare il tiro. In questo momento sto lavorando su un nuovo progetto di cui vi parlerò molto presto, così mentre mi sto dedicando a questo ho pensato di mettere questo blog in standby per qualche giorno e permettere a voi di esprimervi su come vi trovate a frequentarlo. Per fare questo ho predisposto un semplice sondaggio che vi chiedo gentilmente di compilare, in questo modo, mi aiuterete a capire se ciò che sto scrivendo vi piace o se vorreste trovare qualche altro argomento. Sono ben accetti tutti i commenti che vorrete lasciare perchè sono il modo più immediato e importante che abbiamo per comunicare. Aspetto di sentirvi, grazie e a presto. Eleonora

[poll id=”1″]