Ma servono davvero i seminari di crescita personale?

C’è stato un periodo, proprio quello in cui sono stata assente dal blog, in cui ho avuto seri dubbi sull’utilità di fare corsi di crescita personale. Ne ho fatti tanti, non come tante altre persone che conosco, ma sicuramente tutti quelli che mi potevo permettere in un dato momento.
Cosa curiosa, non ho mai avuto grandi disponibilità economiche, ma per fare i seminari li ho trovati sempre e li ho destinati piuttosto a quello che ad altri acquisti.

La delusione è arrivata quando ho pensato che nonostante tutte le energie fisiche, mentali, economiche ed emotive che avevo investito, alla fine mi ritrovavo a fare le stesse cose ed ottenere gli stessi risultati. Così ho smesso di frequentarli, tanto non servivano.

Quel periodo di pausa è stato utile, all’improvviso mi sono accorta che a volte non possiamo farcela da soli, a volte abbiamo bisogno di qualcuno che ci sostenga, qualcuno che metta un pò di chiarezza nei nostri momenti bui, qualcuno che dia un nome al nostro malessere, che ci tenda una mano nel momento in cui ci sembra di affondare.

Non è facile chiedere aiuto, ci si sente vulnerabili e si teme che le persone a cui chiediamo aiuto possano non capire e farci affondare ancora di più scaricandoci addosso le loro credenze.

Così quando mi sono ritrovata di nuovo a scendere verso le mie profondità più buie, mi sono ricordata degli strumenti che alla fine di ogni corso mi erano rimasti. Dispense, libri, video, appunti, manuali di esercizi, pensieri dei compagni di corso. Tutti questi hanno rappresentato la mia ancora di salvezza perchè in tutti quegli strumenti potevo ricordare chi ero quando ero nella luce, cosa volevo essere, cosa volevo fare, qual’era lo scopo della mia vita, ed ogni pagina, ogni pensiero, ogni ricordo mi faceva piangere e mi riavvicinava a chi ero veramente e mi ricordava perchè dovevo risalire.

Il percorso più bello che mi sta aiutando in particolare in questo momento è “Il viaggio dell’eroe” con Ignacio Malerba di cui vi ho parlato anche nel blog nel 2009. Un seminario di leadership personale che ho vissuto molto intensamente e che ancora oggi a distanza di anni, mi da gli strumenti per capire e migliorare.

Una frase in particolare mi sta venendo alla mente spesso in questi ultimi giorni e faceva pressapoco così: “Sei una cogliona, siamo tutti coglioni perchè siamo umani e sbaglieremo sempre, ma dobbiamo essere dei coglioni eccellenti e quando sbagliamo dobbiamo tirarci su da terra e continuare a vivere in eccellenza”.

E’ vero, mi sono sentita spesso una cogliona, ma avevo dimenticato che posso essere una cogliona eccellente, ora sono tornata ad esserlo e sono tornata a fare nuovamente corsi e seminari. Me ne serviranno di meno perchè quando si hanno gli strumenti non serve farne molti, basta metterli in pratica.

Se volete avere un’assaggio di cos’è un corso di leadership personale vi invito a fare un “Training introduttivo alla conoscenza del Coaching Ontologico e della Leadership Personale” che si terrà il 4 febbraio 2014 in provincia di Udine (chiedetemi pure ulteriori informazioni).

Sarò sempre grata ad Ignacio Malerba per avermi insegnato cosa significa essere leader di se stessi e nello stesso tempo coglioni eccellenti.

Grazie di cuore.


Abbracciare la paura

luna ovestDa qualche settimana ho una nuova amica, forse a voi poco interessa, ma volevo farvela conoscere anche se penso che qualcuno di voi la conosce già.

La mia nuova amica è speciale, anzi, a dire il vero, non è neanche nuova, la conosco fin dalla mia nascita, mi è sempre stata accanto, a volte silenziosa a volte molto, molto rumorosa e fin troppo presente.

Avete presente quelle persone fastidiose che però non potete evitare perchè nonostante tutti i vostri sforzi e tentativi ve le ritrovate sempre tra i piedi?
Ecco la mia amica è così! Più cerco di evitarla e più si fa sentire e notare, mi impedisce di muovermi come e quando vorrei. Quando provo a fare qualcosa di nuovo, qualcosa che non conosco, è sempre lì che mi fa notare le cose che potrebbero andare storte, è una sempre negativa, vede tutto nero e non è mai entusiasta di nulla.

Quando ho capito tutto questo, ho preso la decisione di farla diventare la mia migliore amica. Ah, ma non vi ho ancora detto come si chiama. La mia migliore amica si chiama “PAURA”. Già, ho deciso di abbracciare la mia paura e farla diventare la mia migliore alleata perchè ad un certo punto mi sono ricordata che tutto quello che si respinge e non si accetta o si cerca di evitare, è proprio ciò che più ci rimane attaccato e ci condiziona.

Quindi ho deciso di riconoscerla ogni giorno, di salutarla, di ascoltare ciò che ha da insegnarmi e poi scegliere di agire “nonostante” quello che avrà da dirmi e lo farò con uno stato d’animo diverso. Lo farò con grande gratitudine perchè alla fine è la mia migliore amica ed il suo compito è di farmi vedere quello che sta al di là della paura e che spesso è il meglio per me.

Quindi cara “PAURA” benvenuta nella mia vita. 😉

Eleonora


Grazie!

E’ per un profondo senso di gratitudine che riprendo a scrivere sul blog.

Ho appena ricevuto in regalo Expect Miracles di Joe Vitale da una coppia di Amici che ringrazio davvero molto e questo fatto ha innescato un moto di commozione tant’è che anche mentre scrivo mi scendono le lacrime.

Mi rendo conto che non è solo per il libro, questo piccolo gesto d’affetto è stata una scintilla per smuovere un moto di gratitudine che mi accompagna ogni giorno della mia vita ma che spesso fa fatica ad uscire allo scoperto.

Sì, sono davvero grata alla vita e all’Universo per quello che sono e che ho, grata per le persone che mi circondano e mi amano, grata per la mia famiglia e gli amici, grata per la salute e per la serenità con la quale posso svegliarmi ogni mattina.

La mia vita è già piena di miracoli e come potrebbe non commuovermi tutto questo ma a volte mi capita di darlo per scontato.

Per il futuro auguro a tutti voi di avere molte occasioni per essere grati e la saggezza di riconoscerle. Se ci pensate bene, il solo fatto di avere la possibilità di leggere questo post implica molti motivi per essere grati, vi invito a pensare a tutte le altre cose ben più importanti che ci sono già anche nelle vostre vite.

Dal profondo del mio cuore vi auguro Buone Feste.

Arrivederci al prossimo anno. Eleonora

Expect Miracles

Da non perdere


Ho-Oponopono

MI DISPIACE, SCUSA-PERDONAMI,GRAZIE, TI AMO

 


MI DISPIACE di non farmi viva da un pò di tempo, di non condividere con voi le mie emozioni o quello che mi accade e che potrebbe esservi utile, siete sempre nel mio cuore ma sarebbe bene anche dimostrarlo di tanto in tanto.


SCUSA-PERDONAMI perchè non vi ho ancora ringraziato per le tante iscrizioni che arrivano a questo blog come segno di apprezzamento.


GRAZIE, lo faccio ora anche per le volte che ho apprezzato i vostri commenti e le vostre gradite visite e non ve l’ho detto.


TI AMO, vi voglio davvero tanto bene, senza di voi il blog non avrebbe motivo di esistere.


Mi dispiace, scusa-perdonami, grazie, ti amo, alla splendida Giovanna da cui ho scaricato per la prima volta il suo splendido report sull’Ho-Oponopono e a quella fantastica triade Josaya che lo ha diffuso.

Grazie ragazzi, vi voglio un mondo di bene.

Ely

Macrolibrarsi.it presenta il libro: Ho'oponopono di Mabel Katz


Neanch’io conoscevo Aldo…

…così, l’altra mattina gli ho scritto una mail dicendogli che avrei voluto conoscerlo meglio. Il pomeriggio stesso, stavamo chiacchierando come vecchi amici. Gli ho raccontato delle due “coincidenze” che già ci legavano e chissà quali altre ne verranno fuori in seguito.


Va bene :-) ora vi dico di chi sto parlando. Sto parlando di Aldo Mauro Bottura un imprenditore, un formatore ma soprattutto uno splendido essere umano di cui avevo sentito parlare, che ritrovavo spesso girando nel web e che solo ora stavo scoprendo davvero attraverso il suo libro Un uomo e il suo sogno avuto da un caro amico, Fabrizio, il quale ha avviato l’associazione Aquile di Cristallo Nordest a Trieste.


Con Fabrizio si rifletteva sul fatto che, a volte,  si prova resistenza di fronte ad una persona che temi ti possa sconvolgere la vita, anche se in meglio…ah, benedetta paura del cambiamento ;-). Forse per questo non avevo voluto approfondire questa conoscenza finora. Però, già un pò di tempo fa, avevo deciso che non volevo subire le mie paure ma affrontarle, così ho deciso che farò i suoi corsi perchè sento che è arrivato il momento di migliorare in quelle aree non ancora risolte.


Dopo aver parlato con lui, ci sono molte cose che mi hanno fatto prendere questa decisione ma quella più significativa è stata quando ha detto: “I miei corsi iniziano quando entri la prima volta e terminano quando hai scoperto chi sei e cosa vuoi fare”.


Beh, credo che sia proprio questo il segreto dei suoi corsi, lui non abbandona e non dimentica i suoi studenti alla fine del corso ed è sempre disponibile ad aiutarti, anche se non sei ancora un suo studente, come è capitato a me l’altro giorno.

Che dirti di più, Aldo, se non un bel grazie e arrivederci a presto. Un abbraccio, Eleonora

Regole base per cambiare la propria vita
ISBN: 9788879068789

Prezzo € 13,90

Compralo su Macrolibrarsi


Il quinto specchio esseno

Ognuno di noi forse ha un ideale di madre nella mente. A volte questa immagine rispecchia com’è realmente la propria ma a volte ci si ritrova a pensare che si vorrebbe o si sarebbe voluta una persona completamente diversa a ricoprire quel ruolo tanto importante.

Così capita, come sta capitando a me da qualche anno, di giudicare l’operato di mia madre, di criticarla, anche se solo dentro di me, per il suo vittimismo che mi ha fatto sentire a mia volta vittima delle sue manipolazioni portate avanti da malattie che, sono convinta, ha utilizzato per ottenere cure ed attenzioni.

Essendo così concentrata dalle malattie non è stata capace di dimostrarmi il suo amore “come io mi sarei aspettata” e spesso l’ho giudicata di non prendersi la piena responsabilità della sua vita e delle sue scelte.

Va da sè, che neanch’io sarò stata quella figlia che lei si sarebbe aspettata, tutti i suoi atteggiamenti negli ultimi anni mi stavano esaurendo e cercavo di starle lontana il più possibile. Ero molto arrabbiata con lei e volevo evitare di trattarla male rinfacciandole le sue mancanze nei miei confronti.

In questi anni ho capito però che devo ringraziarla perchè la mia ricerca spirituale, il mio bisogno di stare bene con me stessa, di prendermi le responsabilità con mio figlio e molte altre cose le devo proprio grazie al fatto di aver avuto i genitori che ho avuto. Già, mio padre era alcolista ed è morto di cirrosi epatica quando avevo sette anni, ma questa è un’altra storia.

Ad un certo punto, la mia cara amica Anna mi ha fatto conoscere “I sette specchi esseni” e tra tutte le altre strade che potevano farmi capire ed integrare questa esperienza, questa è quella che prediligo ed a cui faccio riferimento per dare un senso alla sofferenza passata e presente.

I sette specchi esseni a cui mi riferisco sono quelli discussi da Gregg Braden nella sua videoconferenza “Camminare tra i mondi” e trattano dei sette misteri corrispondenti ai vari tipi di rapporto che noi esseri umani sperimentiamo nella nostra vita di relazione.

Il 5° specchio esseno è il più potente in assoluto, descrive Gregg Braden, perchè è lo specchio che ci mostra i nostri genitori nel corso della nostra interazione con loro, eccone un estratto:

IL 5° SPECCHIO ESSENO
Nella mia opinione questo modello di rapporti umani, il quinto specchio esseno, è forse il più potente
in assoluto, perché credo ci permetta di vedere meglio e più profondamente degli altri la ragione per
cui abbiamo vissuto la nostra vita in un dato modo. Esso rappresenta lo specchio che ci mostra i nostri
genitori nel corso della nostra interazione con loro.
Attraverso questo specchio ci viene chiesto di ammettere la possibilità che le azioni dei nostri genitori
verso di noi riflettano le nostre credenze e aspettative nei confronti di quello che potrebbe configurarsi
come il più sacro rapporto che ci sia dato di conoscere sulla Terra e cioè il rapporto fra noi e la nostra
Madre e il nostro Padre Celeste, vale a dire con l’aspetto maschile e femminile del nostro creatore, in
qualunque modo lo concepiamo.
E’ attraverso il rapporto con i nostri genitori, che essi ci mostrano le nostre aspettative e credenze…

Scarica tutto il pdf

I SETTE SPECCHI ESSENI

C’è anche un piccolo e molto potente esercizio da fare con il 5° specchio esseno anche se sono tutti molto belli ed illuminanti. Mi piacerebbe conoscere il vostro parere.

Scarica dal sito “Stazione celeste” la trascrizione della videoconferenza “Camminare tra i mondi”.


Ritrovarsi sullo stesso percorso

Torno a scrivere dopo una lunga pausa, in fondo questo blog è un diario aperto per comunicare le mie emozioni. Non che non ce ne fossero, anzi, ma non sempre riesco a metterle per iscritto. A volte, come nell’ultimo mese, le emozioni sono state così belle ed intense che mancano le parole per esprimerle.

La cosa più emozionante che mi sia capitata è stata frequentare e portare a termine “Il viaggio dell’eroe” del quale vi parlerò nelle sezioni apposite che ho creato. E’ stato emozionante perchè mi ha lasciato dei ricordi che mi hanno segnato e che mi hanno aiutato a cambiare certi atteggiamenti non costruttivi.

La cosa più bella ed emozionante però è venuta dopo, subito dopo aver finito il corso, quando ho potuto entrare a far parte di un progetto di lavoro nuovo e molto importante per la mia crescita personale e professionale.

Perchè mai collego le due cose? Perchè quando sono stata contattata per questo lavoro è stato uno di quei momenti “Aha!!!” 😮  cioè uno di quei momenti in cui ti trovi nel momento giusto al posto giusto, uno di quei momenti in cui arrivano le cose che tanto desideri ma che non pensi possibili, uno di quei momenti in cui ti senti connesso a qualcosa di più grande e le lacrime iniziano a sgorgare copiose perchè ti senti ascoltato ed i tuoi desideri esauditi e sai che non c’entra solamente con le persone e le situazioni che ti sono capitate.

In questo momento mi sento proprio così, sento che è arrivato qualcosa che avevo chiesto nel modo giusto e con la fiducia che sarebbe arrivato anche se non sapevo in quale forma, ho attratto nella mia vita le persone e le situazioni che mi servono per crescere e per aiutare anche gli altri.

Dedicato a chi ho incontrato di recente e sa di cosa sto parlando anche se questo blog non dovesse mai leggerlo.

Grazie all’universo ed a tutti i miei aiutanti invisibili.


Un dialogo fuori del comune
ISBN: 9788860614537

Prezzo € 8,93

invece di € 10,50 (-15%)

Compralo su Macrolibrarsi

Un dialogo fuori dal comune
ISBN: 9788860614551

Prezzo € 8,93

invece di € 10,50 (-15%)

Compralo su Macrolibrarsi

Un dialogo fuori dal comune
ISBN: 9788860614544

Prezzo € 8,93

invece di € 10,50 (-15%)

Compralo su Macrolibrarsi

Eleonora


In riva al mare

Questo post lo sto scrivendo mentre sono in riva al mare, su una spiaggia non lontano da casa mia, oggi c’è uno splendido sole e mi sono regalata una passeggiata per riflettere. Mentre cammino mi viene da pensare alla serata di ieri, una serata molto piacevole e coinvolgente, trascorsa ad una presentazione dei corsi di Roberto Re con lo scopo “consapevole” di conoscere lui ed il suo lavoro, sono arrivata alla conclusione che arriverà il momento in cui parteciperò ad uno dei suoi corsi. Però mi rendo anche conto che lo scopo “inconsapevole” era assolutamente un’altro cioè quello di conoscere altre belle persone che, come me, stanno cercando di cambiare il mondo con le loro azioni. Non è presunzione o mania di grandezza affermare questo bensì viene dalla consapevolezza che da noi e dalla nostra realtà quotidiana possiamo influire positivamente nella vita di chi ci circonda e migliorare la nostra vita e quella degli altri. Mi piace immaginare questa idea come quei cerchi concentrici che si formano in uno stagno quando buttiamo un sasso, dove noi siamo il sasso portatore di benessere e positività ed i cerchi sono le persone che da noi verranno toccate. Anche a loro dico grazie, per essere entrate nella mia vita ed essersi fatte riconoscere. Vi voglio bene!

splash_ridim


Il segreto per superare le negatività

Inizio con questa riflessione dopo aver guardato nuovamente un paio di scene dal dvd “The Secret”. E’ grazie a questo film che amo e, contemporaneamente ritengo incompleto nelle istruzioni, che ho capito come ridurre fino ad eliminare dalla mia vita tutte le emozioni che non mi servono per la mia felicità.
Emozioni ed atteggiamenti quali l’insofferenza, la critica, il giudizio, sia quella rivolta a me stessa che verso gli altri. Parlo di ridurre perchè sono ancora lontana dal riuscirci completamente in tutte le situazioni, ma per me conta ugualmente il viaggio tanto quanto il traguardo e le lezioni che imparo mentre percorro il mio sentiero terreno.
Quando vorrei attrarre qualcosa nella mia vita, cerco di chiedere chiaramente, anche scrivendolo, ciò che desidero. Spesso arrivano cose che non credevo di aver attratto e le accetto ugualmente perchè sono convinta che nulla accada senza un motivo e la differenza sostanziale tra me e chi in quel momento si incavola, inizia a sbraitare o si sente vittima di una situazione spiacevole è che io invece “ringrazio”. Ringraziare per me significa prendere atto che se è arrivato qualcosa, anche se spiacevole, è arrivato per la mia crescita. In questo modo mi apro alla lezione che devo imparare e non rovino la mia salute fisica e mentale con inutile tensione nervosa che non mi aiuterebbe a risolvere la situazione ed anzi, mi farebbe perdere energia vitale.
Con questo atteggiamento, l’intensità della difficoltà diminuisce e mi rimangono le energie per proseguire ciò che più mi fa stare bene. Si potrebbe obiettare che è facile parlare quando non ci sono grossi problemi ma vi assicuro che lo faccio anche in momenti di serio disagio, come ad esempio il momento nel quale è stato diagnosticato un tumore a mia madre.
Non c’è assolutamente alcun motivo di credere che non si possa superare se non la nostra personale convinzione di non poterci riuscire. Certo, non si attraggono le cose positive aspettando che arrivino, bisogna agire e far vibrare i nostri pensieri nella giusta direzione, sempre più cose positive ci arriverano a conferma di questo.



Rhonda Byrne

The Secret (Libro + DVD + CD)

Il regalo più prezioso

Macro Edizioni
ISBN: 8875079080

Prezzo € 43,44 (sconto del 20%)

Compralo su Macrolibrarsi